Home


News del 1 dicembre 2018

Il 16 e 17 dicembre 2018 all’interno del Festival di Musica Contemporanea continua il progetto Tradizione e Modernità con tre appuntamenti all’Auditorium del Conservatorio di Cagliari.

Grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna è stato possibile mantenere il prezzo del biglietto di ingresso a soli 5 euro.

Domenica 16 dicembre due spettacoli:

– il primo alle ore 18:00 con Poesia di improvvisazione campidanese con i tre cantadoris Paolo Zedda, Marco Melis e Riccardo Pittau accompagnati alla chitarra da Stefano Campus e alla voce da Luca Farci (bassu) e Angelo Secci (contra). Seguirà il rapper Sensei e concluderà il concerto il MimiM Ensemble (Alessandro Porcu voce e Riccardo Sarti live eletronics) con il brano di musica contemporanea (Eo’) che reinterpreta la tradizione delle launeddas.

– il secondo alle ore 21:00 con i Tenores di Oniferi (Francesco Pirisi boche,  Carmelo Pirisi mesu boche, Giovanni Pirisi contra, Giuseppe Brau bassu)  e con il MimiM Ensemble (Francesco Ciminiello, Roberto Migoni, Andrea Desogus, alle percussioni e Riccardo Sarti live electronics) con il brano di musica contemporanea (9 colpi) che reinterpreta la tradizione del canto a tenore.

Tra i due spettacoli si potrà ascoltare l’installazione sonora Sant’Efisio e sarà organizzata una degustazione di prodotti tipici della Sardegna a cura del consorzio Custodi della Terra e dell’azienda Liune.

Sarà possibile acquistare il libro Mille Mutetus Cagliaritani raccolti da Raffa Garzia (Edizioni Arkadia) a cura di Paolo Zedda e Gianni Stocchino

Lunedì 17 dicembre concerto con il pianista Francesco Libetta eseguirà un programma che presenta la musica di Chopin, soprattutto gli studi ma anche notturni e mazurche,  nel programma ascolteremo anche la reinterpretazione degli studi di Chopin composta da Leopold Godowsky, e anche gli studi sugli studi di Godowsky-Chopin composta da Francesco Libetta. All’interno del programma anche la composizione ballu che reinterpreta la tradizione di  “su ballu e missa”. Il giorno del concerto sarà possibile acquistare il libro di Francesco Libetta, Musicista in pochi decenni.

Laboratorio sulla degustazione dell’acqua con Rita Palandrani (su prenotazione) ore 19:30

 

Tutti i concerti saranno preceduti da una breve diffusione di composizioni acusmatiche

Regia del suono Enrico Sesselego e Lucio Garau


L’associazione Amici della Musica di Cagliari nel triennio 2018-2020 dedica la propria attività concertistica al compositore italiano Domenico Scarlatti e rinnova la centralità del pianoforte nei propri spettacoli.

Dal 2017 al 2019 l’Associazione è impegnata nel progetto europeo “Il Paesaggio sonoro in cui viviamo” finanziato dal programma europeo Erasmus Plus, dedicato alla registrazione dei suoni del paesaggio naturale e urbano che verranno messi a disposizione per la produzione di composizioni e materiali didattici.

Nel 2018 continua il progetto Tradizione e Modernità con la produzioni di spettacoli e installazioni sonore che affiancano i suoni della tradizione sarda a composizione di musica contemporanea.